Libri

“Tutto ciò che ti appartiene”

516U299c4SL._SY346_di Gabriele Ottaviani

Quale storia di quei due anni gli raccontava il mio aspetto?

Tutto ciò che ti appartiene, Garth Greenwell, Mondadori, traduzione a cura di Matteo Colombo. È americano. È in Bulgaria. A Sofia, la capitale. È un insegnante. È benestante. O meglio, così sembra: anzi, effettivamente, specie agli occhi della gran parte di coloro che lo circondano, che per lo più vivono, si direbbe, di espedienti, tra strade senza nome, palazzoni senz’anima e alcolici senza qualità, lo è sul serio, dato che può permettersi una discreta dose di beni superflui, che in occidente si danno generalmente per scontati, tanto che non se ne ha nemmeno particolare cura, ma che fanno una certa differenza nella percezione, finanche, a tratti, stupefatta, che taluni, con i loro preconcetti e pregiudizi, figli di ciò che pensano di sapere e immaginano attraverso miti fatti d’aria, foto sui giornali o fotogrammi di un film, hanno della vita, e della sua distanza dal mero livello della sopravvivenza. Ogni cosa, in fondo, non vale altrimenti che in relazione al suo contesto, e l’appartenenza e il possesso sono concetti multiformi come l’ingegno d’Odisseo. Un giorno è nei bagni del Palazzo della Cultura. Il luogo è austero, pura architettura sovietica. Lo stupisce, pertanto, di udire una voce garrula, frenetica, agitata, allegra e sfacciata, in un posto in cui di norma si sussurra e ci si guarda reciprocamente in tralice, procedendo per cenni e convenzioni, sempre impauriti dalla possibilità che sbuchi all’improvviso da dietro all’angolo chi non dovrebbe, in equilibrio instabile fra la forza animalesca del desiderio e l’imbarazzo. È quella di Mitko. È lì per un motivo ben preciso. E lui lo sa. Non c’è nulla di segreto, per nessuno, benché non si possa nemmeno parlare di un vivere alla luce del sole. Anzi, i rischi non mancano. Non ci mette molto a inginocchiarsi dinnanzi a quel ragazzo dall’apparenza ipermascolinizzata – ma poi sarà lui stesso, Mitko, originario di Varna, sul Mar Nero, a fargli vedere altre foto, e persino in quelle caratterizzate dalle tipiche pose da profilo per annunci, in cui è nudo, e ha tra le mani il suo membro, grosso, lungo ed eretto, appare evidente che ci sia stato un tempo spensierato anche per lui, quando il sorriso era ancora intatto e possedeva tracce di dolcezza – mentre altri uomini, in un’atmosfera contemporanea e insieme anacronistica, attendono il loro turno per dare pace per un po’ ognuno ai suoi demoni e alle sue ombre pagando per praticare del sesso orale o per farsi penetrare. Non ci vuole molto però nemmeno perché tra lui e Mitko inizi qualcosa di più. Una sorta di dolente ossessione… Fossero tutti così, i romanzi d’esordio: Garth Greenwell ha un formidabile talento nel ritrarre la vita e l’anima dei suoi personaggi. Perfetto e imperdibile.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...