Libri

“Sulla cima di un garofano”

118-L-al-Mahmoud.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ci offrono il loro appoggio muri nudi.

Sulla cima di un garofano, Yousef al-Mahmoud, Di Felice, traduzione e cura di Odeh Amarneh. Aspra, docile, dolce, amara, dura, tenera, compatta, fragile, forte, colorata, fertile, riarsa, amatissima. È questa la terra per i palestinesi, la loro, quella in cui sentono di stare come d’autunno sugli alberi le foglie, in cui costantemente si muovono come su di un filo, in bilico, tra speranza e rassegnazione, in cerca di sé, in cerca di pace, costantemente, aggrappati con unghie e denti alla speranza di giustizia. Sin dal titolo, bellissimo, onirico, intimo, delicato finanche nei suoni, questa raccolta è un affresco magnifico di letteratura di resistenza e insieme un inno alla speranza, un canto intonato con voce straziante ed elevato al cielo, una richiesta di aiuto, una professione di fede, nonostante tutto, nella natura umana, trampolino per il futuro.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...