Libri

“Resilienza”

414i5XKAMQLdi Gabriele Ottaviani

Quando si inizia a considerare il passato un ostacolo anziché una risorsa la ripresa è difficile. Ma non impossibile.

Resilienza – Andare oltre: trovare nuove rotte senza farsi spezzare dalle prove della vita, Sergio Astori, San Paolo. Nella tecnologia dei materiali, la resistenza a rottura per sollecitazione dinamica, determinata con apposita prova d’urto: prova di resilienzavalore di resilienza, il cui inverso è l’indice di fragilità. Nella tecnologia dei filati e dei tessuti, l’attitudine di questi a riprendere, dopo una deformazione, l’aspetto originale. In psicologia, la capacità di reagire di fronte a traumi, difficoltà, ecc. Questa la sintetica definizione dell’enciclopedia. Sintetica, ma non certo priva di chiavi di lettura. Il termine resilienza, che ha un’apparenza strana ma sta diventando in realtà sempre più comune, simboleggia un vero e proprio stato, d’animo, mentale e non solo. La biografia dell’autore di questo interessantissimo volume, intelligente, brillante, accurato, semplice, chiaro, divulgativo, avvincente, intrigante, profondo, complesso ma non complicato, pieno di buon senso e di spunti di riflessione, acuto e indagatore, ci dice invece che è sposato e padre di due figlie, e che, dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e il servizio civile in una comunità psichiatrica della Caritas Ambrosiana, ha completato la formazione a Pavia conseguendo la specializzazione in Psichiatria e psicoterapia e il dottorato in Salute pubblica, scienze sanitarie e formative. Svolge la sua attività come libero professionista a Milano, dove è anche docente presso la facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica, consulente scientifico dell’Istituto Neurologico Carlo Besta, perito del Tribunale ordinario e per i minorenni. Ha pubblicato due manuali di psichiatria, un saggio di psicofarmacologia e un volume dedicato alla sfida della diagnosi genetica predittiva, ovverosia prendendo le mosse da un ritrovato sempre più avanzato della scienza moderna, e al tempo stesso discusso, specie dal punto di vista bioetico, i famosi test genetici predittivi, esami di laboratorio che analizzano il corredo genetico dell’embrione ed evidenziano mutazioni all’interno di alcuni geni specifici che possono associarsi a una predisposizione o probabilità, quindi non una certezza, a sviluppare una determinata patologia. E la malattia è forse in assoluto la principale – ma certo non la sola – prova che la vita ci pone di fronte: Astori, con animo paterno ma mai paternalistico, né tantomeno retorico, invita il lettore a lasciare aperta la porta del cuore anche all’inatteso. Da leggere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...