Libri

“La venditrice di gelsomini”

116-S-El-Mohsendi Gabriele Ottaviani

Tutti siamo solo in esposizione.

La venditrice di gelsomini, Emad Abd El Mohsen, Di Felice, traduzione e cura di Naglaa Waly. C’è stata una rivoluzione, oramai sei anni fa, ma le promesse, come sovente accade, non sono state affatto mantenute. E allora il poeta si sente come l’albatros di baudelairiana memoria, condannato a restare in volo perché non appena tocca terra la sublimazione si fa goffaggine indecente, spersonalizzazione, paura, incapacità a relazionarsi con il mondo altro, che appare come uno specchio opaco, un muro che divide, che respinge, che sfarina l’uno in mille frammenti. E del resto anche questo è un unico testo, frazionato in più parti,a  riprodurre la condizione di dolore e fragilità del poeta, preda delle sue emozioni ma al tempo stesso lucidissimo cantore.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...