giffoni 2017

La giornata della sicurezza a Giffoni

Giffoni Film Festival - Giornata della SicurezzaPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

La sicurezza è un argomento sempre attuale, per il quale è necessaria un’adeguata e costante opera di sensibilizzazione, in particolare modo oggi. La cultura della prevenzione va insegnata fin da piccoli e quale modo migliore di farlo se non al Giffoni Film Festival? Riflettori puntati questa mattina su ‘La Giornata della Sicurezza’, organizzata coinvolgendo le principali autorità attive sul tema, tra queste Tommaso De Nicola, direttore nazionale divisione prevenzione dell’InailLuca Cascone, presidente commissione regionale trasporti; Antonio Barbato, comandante della polizia locale di Milano; Veronica Bucchiarone, responsabile relazione esterne di Total Erg e il direttore del Giffoni ExperienceClaudio Gubitosi.

“Il comandante Barbato ha un team fantastico, che contribuisce a fare opera di formazione e informazione con lo stand della polizia locale di Milano. Questa è una giornata intensa per la vita e la salute – ha detto Gubitosi, segnalando ai ragazzi la presenza, poco fuori la Cittadella, dello stand della polizia locale di Milano – un modello, a livello nazionale, in fatto di sicurezza, sia stradale che per quanto riguarda i grandi eventi”. Entusiasta il comandante Barbato che ha replicato: “A Giffoni siamo sempre presenti con i nostri educatori, che formano sia sulla sicurezza stradale che su quella dei grandi eventi. A tal proposito il consiglio più semplice da dare è quello di fare i conti con la realtà e non spaventarsi. Le difese passive aiutano a creare clima di sicurezza, tutto sta nell’abituarsi”.

Un tema affrontato a 360 gradi coinvolgendo anche chi, da sempre, tutela i lavoratori: come Inail – Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro. “A seguito dell’emanazione del testo unico sul lavoro, nel 2008, e di campagne di informazione nelle scuole, abbiamo assistito a una progressiva diminuzione degli infortuni mortali – ha annunciato Tommaso De Nicola dell’Inail -. secondo i dati dell’Istituto, il 55 per cento dei decessi avviene fuori dal perimetro dell’azienda o della fabbrica, il che vuol dire che l’ambiente più pericoloso non è il posto i cui si lavora”.

Altra causa di incidenti, su strada, è la scarsa manutenzione della rete viaria: “Per noi la sicurezza è tutto – ha spiegato Verusca Bucchiarone, responsabile relazioni esterne di Total Erg – abbiamo regolamenti interni che vietano ai dipendenti di usare il telefono cellulare alla guida, anche con auricolare: anche in questo modo si sensibilizza. Un processo lungo e necessario, nel quale bisogna coinvolgere tutti i soggetti, aziende, politica e cittadini”.

Molto sensibile all’argomento anche la regione Campania: “È stato istituito un protocollo d’intesa per la sicurezza stradale con il Ministero – ha detto l’assessore regionale Luca Cascone – trecento milioni per la viabilità e il recupero strade, in modo da aiutare le province che non riescono a mantenere in efficienza la rete”. Lavorare sulla prevenzione è, stando ai numeri, molto più conveniente. Un infortunio costa molto di più di un’opera di prevenzione o di risistemazione di una strada. Insistere sulla cultura è quindi la via da percorrere.

Altra opera di sensibilizzazione messa in campo a Giffoni è sulla mobilità sostenibile. Le biciclette parcheggiate poco fuori la cittadella sono la testimonianza della volontà di cambiare il presente in vista di un futuro eco-friendly. “Il bike-sharing è il futuro del trasporto urbano – ha detto Sergio Verrecchia di Clear Channel, media company leader nel settore dell’Out-of-Home – e lo testimonia il fatto che lo scorso anno, Milano ha registrato 5,5 milioni di prelievi di bici. Un modo ecologico di spostarsi, che fa bene alla salute e all’ambiente”.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...