Libri

“Sulla guerra”

513Pl1Vgr9L._SX351_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Tuttavia, oggi, chi teme la Russia, tranne forse alcuni Stati limitrofi? Essa non conta più nella politica internazionale, se non come forza d’appoggio, e la maggior parte dei francesi vorrebbe davvero che oggi fosse più temibile. Le tare essenziali del regime hanno nel tempo prodotto questo mutamento. Certo, la Germania costituisce intrinsecamente una forza molto maggiore della Russia, perché un tedesco è nel lavoro, nella guerra e nella politica un uomo d’azione incomparabilmente più efficace di un russo. Ma i due regimi sono talmente simili che le tare sono probabilmente tali da produrre gli stessi effetti in entrambi i casi. Se è così, si può sperare che da qui a dieci o quindici anni, se la Francia e l’Inghilterra sapranno conservare fino ad allora senza guerra la loro indipendenza nazionale e un minimo di prestigio, la Germania cessi di essere pericolosa per chiunque. A meno che un altro pericolo non sia sorto in questo intervallo – cosa improbabile – lo stato di pace sarà allora ritornato in Europa, e ci sarà di nuovo libertà di ricercare e di applicare i principi di un’organizzazione duratura della pace. Ma questi dieci o quindici anni saranno duri a passare.

Simone Weil, Sulla guerra – Scritti 1933-1943, Il saggiatore. Traduzione e cura di Donatella Zazzi. Vissuta tra il millenovecentonove e il millenovecentoquarantaquattro, è nata a Parigi, è morta in un sanatorio poco fuori dalle mura di Londra. Era bellissima. Era di salute molto più che cagionevole. Ha scritto delle poesie. Era insegnante, ma poi ha voluto farsi operaia. È stata attivista partigiana. Anarchica. Vicina alla corrente dell’eterodossia marxista. Sorella di un matematico. Saggista. Filosofa. Mistica. Ha scritto di etica. Metafisica. Estetica. Filosofia politica. È stato per lei Camus quello che per Aristotele è stato Averroè: ha fatto in modo che le sue opere non si perdessero. Perché sarebbe stato davvero un peccato mortale. Il mondo avrebbe smarrito una voce cristallina, una coscienza critica senza eguali. Questa raccolta di scritti, curata con grazia e attenzione, è, in questi nostri tempi così confusi e reificati, un’opera da portare con sé.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...