giffoni 2017

Mad in Corto a Giffoni

Mad in CortoPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Animazione non è più solo un sinonimo di cartone animato. Il genere, premiato nel 2002 con l’assegnazione dell’Orso d’oro al capolavoro di Hayao Miyazaki “La città incantata”, da quindici anni a questa parte sta riscuotendo notevole successo anche tra il pubblico adulto.  Anni fa le sale cinematografiche, in occasione della proiezione di film di animazione, erano piene di ragazzini con gli adulti quasi esclusivamente in veste di accompagnatori, adulti che ora sono invece tra i primi fruitori.

Di questo si è parlato alla masterclass Mad in Corto, appuntamento di apertura della seconda giornata del Giffoni Film Festival: al giovane pubblico sono stati proposti sette corti con la partecipazione del gruppo di animazione napoletano Mad, nato dall’incontro tra Luciano Stella e Alessandro Rak. La scelta di puntare sull’animazione è stata fatta anche dal museo archeologico nazionale di Napoli, rappresentato dal direttore Paolo Giulierini.

Dal genio di Giorgio Siravo, nell’ambito del progetto Obvia, sono nati tre spot per promuovere il Mann_ “Il museo, che per sua natura è considerato polveroso, stantìo e inospitale, in questo modo Mad – ha detto Giulierini – ha deciso di aprirsi alla città, ai giovani e di accettare l’arte di Napoli e l’arte di Mad in questo modo presentiamo l’arte del museo in modo innovativo, con tre cortometraggi che parlano in maniera intelligente e scherzosa dell’arte e della città di Napoli”.

Il progetto è nato da una idea di usare forme di arte per raccontare il museo stesso, come spiegato da Daniela Savy, docente del dipartimento di giurisprudenza dell’università di Napoli: “Sono piccoli spot proiettati all’interno metropolitana di Napoli, nei totem installati nell’aeroporto internazionale di Capodichino e sui treni Frecciarossa, ottenendo in breve tempo un altissimo numero di visualizzazioni”.

Tra gli altri cortometraggi proiettati, “Donna Maria” videoclip di Alessandro Rak realizzato per l’omonimo brano dei Foja, contenuto nel secondo disco “Dimane torna ‘o sole”, “Mezzanotte di segni”, di Marino Guarnieri in collaborazione con la scuola italiana di Comix, e “Cantanimando”, cortometraggio di Ivan Cappiello, con la direzione artistica di Francesco Filippini e le musiche del coro polifonico di Anagni.  A seguire la sigla d’apertura, firmata da Alessandro Rak di “Cartoons on the Bay”, festival internazionale dell’animazione cross-mediale e della tv dei ragazzi promosso dalla Rai e firmata da Alessandro Rak, la sigla d’apertura, sempre di Rak, per celebrare il 30° anniversario della Settimana della Critica della mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, e in conclusione “Gioia nel Mondo”, cortometraggio di Francesco Filippini prodotto in collaborazione con Graffiti Media, Antoniano Production e Rai Fiction.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...