Libri

“La via di Schenèr”

jvhbejhwrvbjhdi Gabriele Ottaviani

Sfido qualsiasi storico a negare di aver avuto delle visioni; e se ve ne fosse qualcuno pronto a negarlo, quel qualcuno, io penso, sarebbe uno strico di cattiva fede.

La via di Schenèr, Matteo Melchiorre, Marsilio. Già giunto alla seconda edizione. L’archivio induce sempre le domande, dottor Schuster, ma non sempre conserva le risposte; anche in questo somiglia un poco alla vita. Non c’è in effetti sintesi forse migliore delle parole qui citate, e che sono riportate anche nella quarta di copertina, per raccontare cosa sia all’atto pratico, per quel che concerne i suoi aspetti fondamentali, il lavoro di uno storico, a quali tiri mancini esponga, quale sia l’anelito che induce a ricercare in maniera indefessa la conoscenza. Nelle Alpi come fossili che testimoniano il passato si annidano i retaggi di tutte le vicende che si sono verificate a ridosso delle loro pendici: e Melchiorre davvero dà vita a una esplorazione, corredata di splendide immagini, in senso diacronico e diatopico, così come il sottotitolo mette correttamente in evidenza, ma al tempo stesso fa anche di più. È un lavoro metanarrativo, che esplora e indaga anche, appunto, la professione dello storico, e ha il ritmo di un bel romanzo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...