Libri

“La forza della necessità”

9788899700119_0_0_300_80di Gabriele Ottaviani

Forte del suo retroterra culturale, Thelwall, nel suo appello, si richiama costantemente alla tradizione costituzionale inglese, allʼautorevolezza di grandi pensatori, dai prestigiosi Montesquieu e Blackstone a Sharp e Somers, per tracciare una linea di continuità che non faccia percepire le proposte radicali come sovversive, che tenga lontani dalla mente della giuria, e al contempo dellʼintero Paese, i parallelismi con le contemporanee cruente vicende francesi. Probabilmente, il punto nodale della sua rivendicazione – come dellʼintero movimento – risiede nellʼaffermazione secondo cui “solo i ricchi e potenti sono rappresentati in Parlamento, e quindi è solo dei loro interessi che i rappresentanti possono occuparsi. Se una sola volta allʼanno il voto del povero fosse importante come quello del suo padrone, il povero non potrebbe essere dimenticato”. Thelwall non mette certo in discussione lʼistituto della rappresentanza parlamentare, ma anzi ne rivendica lʼampliamento, arrivando poi a ipotizzare istituti di democrazia diretta di stampo quasi russoviano, dal momento che “chi incarica un altro di svolgere per lui qualunque specifica funzione deve avere necessariamente il diritto di verificare se il compito viene debitamente e fedelmente disimpegnato”.

La forza della necessità – Antologia del radicalismo inglese nei secoli XVIII e XIX, Mauro Cotone, Rogas. Per radicalismo si intende una corrente ideologica nata nel diciottesimo secolo e che rappresenta, in estrema e grossolana sintesi, l’ala sinistra del movimento liberale, portatrice di istanze moderne, preconizzatrici dei tempi ed egualitarie. In Inghilterra, per esempio, traendo spunto dall’illuminismo ma anche da alcuni movimenti religiosi dissidenti, in un contesto nel quale ormai la borghesia, in seguito alla rivoluzione industriale, ha sempre più il controllo della stanza dei bottoni, si impegna in primo luogo per una più equilibrata distribuzione, all’interno dello stato, del potere, puntando al suffragio universale, e quindi a una democratizzazione vera e propria. Naturalmente il processo non può che essere complesso e vivere nel corso della storia alterne fortune: con acribia impeccabile sia per quel che concerne l’aspetto diacronico che quello diacritico l’antologia, saggio, biografia, racconto e analisi, che raccoglie anche diversi testi per la prima volta tradotti in italiano, offre un’ampia panoramica di questo variegato mondo dal punto di vista sociale, economico, politico, culturale.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...