Libri

“Alpi ribelli”

download (1).jpegdi Gabriele Ottaviani

Le Opzioni dell’Alto Adige sono scelta solo retoricamente libera per i montanari del Sud Tirolo, come quando ti dicono che puoi votare chi ti pare ma è meglio se voti dalla parte giusta, altrimenti il potere se ne dispiace.

Alpi ribelli – Storie di montagna, resistenza e utopia, Enrico Camanni, Laterza. Alto Adige, anno diciassettesimo dell’era fascista, il sesto dopo che il capo dei nazisti ha regolarmente vinto le elezioni e instaurato in Germania e nei paesi sotto la sua egida il proprio regime omicida, ovvero il millenovecentotrentanove. Hitler e Mussolini si accordano sulle opzioni riguardanti quei territori da sempre contesi, trovandosi di comune accordo sul fatto che i cittadini di lingua tedesca residenti nella provincia di Bolzano possano decidere se emigrare in Germania o addirittura in Crimea oppure rimanere in Italia e accettare la propria completa italianizzazione forzata, alla faccia del rispetto per l’identità, e non solo di quello. Oltretutto, coloro che decidono di rimanere, i Dableiber, letteralmente rimanenti, vanno senza passar dal via, come si suol dire, a infoltire la schiera dei traditori, secondo il parere di chi si sente in diritto di poter emettere sentenze, mentre sugli altri, gli Optanten, cade direttamente la scure dell’accusa di filonazismo. Una sorta di Monopoli giocato sulla pelle delle persone, insomma: del resto il potere illiberale si comporta sempre così. Di questa e di molte altre storie, come per esempio quelle dei partigiani, per cui la montagna significa lotta, salvezza e speranza, parla Enrico Camanni, per il quale il profilo dei monti è primariamente simbolo – e guarda alla storia e alle leggende interpretandole sotto questa particolare ottica – del monolitico, incorrotto e incorruttibile stagliarsi dei principi inalienabili contro i soprusi. La montagna è sfondo e insieme personaggio, dai tempi di Guglielmo Tell fino agli artigiani eretici. Imperdibile.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...