Libri

“Le poesie più belle”

51kSCysLZ9L._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ponte Milvio

 

Geniere romano

l’imperatore cristiano

ti è assai grato

per gli archi

che sorreggono

gl’incavi dei suoi piedi

e fanno da ponte

ai suoi passi da gigante

verso la fede.

Le poesie più belle, Valentino Zeichen, Fazi. Scomparso l’anno scorso, ricordato sul palco del Premio Strega a cui aveva partecipato con la sua opera dallo strameritato vincitore, Edoardo Albinati, col suo potentissimo, totale, disturbante, monumentale La scuola cattolica, Valentino Zeichen è stato una delle figure senza dubbio di maggior rilievo della sfera intellettuale italiana del Novecento e dei primi anni del ventunesimo secolo. Per il suo essere eccentrico, altro, individuale, distinto dalla massa indistinta: Fazi raccoglie diverse fra le sue poesie in un’antologia che assume i toni lievi e intensi di una conversazione sulla vita, di un dialogo, che poi altro non è che il primario compito della letteratura, ossia, raccontare, divulgare con stile magari anche complesso ma sempre comprensibile, che non ostacoli la corrispondenza di sensi e di anime, sulla responsabilità dell’essere umani. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...