Libri

“La ragazza italiana”

51RhgBpqtbL._SX323_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La sua Violetta, quella sera, aveva preso vita.

La ragazza italiana, Lucinda Riley, Giunti. Traduzione di Leonardo Taiuti. Napoli, millenovecentosessantasei. Rosanna Menici ha una voce che incanta. E dire che si tratta solamente di una bambina. Il talento, però, non ha età, di per sé non ha limiti, si palesa indisponente e dirompente e propone a chi assiste alla sua epifania l’opportunità di un’inattesa bellezza, ha, come il cuore, le sue ragioni che la ragione non conosce. Ma va regolato, educato, indirizzato sulla giusta strada: e Roberto, uno degli ospiti alla festa in casa Menici, non ha dubbi. Rosanna deve studiare lirica. Passano sette anni, Rosanna è diciottenne, è a Milano, sta realizzando il suo sogno. È lì che ritrova Roberto. È lì che non può non cedere ai dardi dell’amore. Ma… Funziona alla perfezione, come un orologio dagli ingranaggi ben oliati, il romanzo di Lucinda Riley, che in quella che pare la semplice e canonica cornice di una storia d’amore dà in realtà spazio a numerose tematiche che inducono il lettore, coinvolto dalla fluidità del testo, alla riflessione, per una narrazione di intelligente evasione.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...