Libri

“Russia 1917”

download.jpgdi Gabriele Ottaviani

Nel frattempo, al fronte i comitati dei soldati ficcano il naso ovunque e questionano su qualsiasi cosa: in un teatro estivo fuori porta, i delegati di una guarnigione vicino Riga discutono a lungo su un’unità che rifiuta di occupare una posizione trovata piena di escrementi.

Russia 1917 – Un anno rivoluzionario, Guido Carpi, Carocci. Sono passati cento anni esatti, e molto spesso capita che accadimenti anche assai più recenti siano già stati offuscati da una coltre di oblio, ma la portata di questo evento viceversa è tale da averlo reso parte fondamentale della nostra storia, perché ha segnato davvero la fine di un mondo. La Russia era parte combattente nella prima guerra mondiale, poi dovette cedere il posto, se così si può dire, agli Stati Uniti nella compagine alleata in opposizione agli imperi centrali perché il suo mondo non esisteva più. Le sue fondamenta erano state spazzate via da un tornado rivoluzionario. Lo zar e tutto quel sistema ancora di fatto feudale (solo nel milleottocentosessantuno, tra una dacia e una versta, viene abolita la servitù della gleba nel paese di Tolstoj) non avevano retto all’ondata bolscevica. Guido Carpi, professore ordinario di Letteratura russa all’Università degli Studi di Napoli L’Orientale, scrive un saggio magnifico, densissimo di contenuti, approfondito, che mette in luce soprattutto le ombre ed è avvincente come un romanzo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...