Cinema

Il programma del CSC

Sede CSCPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Alla presenza dell’on. Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Felice Laudadio ha annunciato alla Casa del Cinema di Roma il programma 2017-18 della Fondazione CSC-Centro Sperimentale di Cinematografia da lui presieduta. In attesa di lanciare alla prossima Mostra di Venezia il nuovo sito e il nuovo logo del CSC, è stato presentato il Portale del Cinema Muto Italiano (www.ilcinemamuto.it), con il sostegno della Direzione Generale per il Cinema del MiBACT e in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema di Torino, l’AIRSC (Associazione Nazionale per le Ricerche di Storia del Cinema), la Cineteca del Friuli e la Fondazione Cineteca Italiana. Altre cineteche, anche dall’estero, si aggiungeranno al progetto nel prossimo futuro. Dal 30 giugno al 7 luglio il CSC darà vita alla prima edizione della mostra “La memoria e il futuro del cinema italiano” che si annuncia come uno degli appuntamenti più significativi dell’Estate Romana all’interno della storica iniziativa Santa Croce Effetto Notte, promossa dal MiBact. In un’arena all’aperto di 600 posti nel Parco archeologico di Santa Croce in Gerusalemme, ad ingresso gratuito, verranno presentati 8 film restaurati dalla Cineteca Nazionale. Ciascun film sarà preceduto dalla proiezione dei migliori saggi di diploma degli allievi del CSC-Scuola Nazionale di Cinema di tutte le sedi (Roma, Palermo, Milano, Torino, L’Aquila) presentati da docenti d’eccezione come Gianni Amelio, Roberto Andò, Daniele Luchetti, Maurizio Nichetti, Daniele Segre. Il programma dedicato alle opere degli allievi continuerà inoltre ogni giorno nella Sala Rocca, all’interno della struttura principale della Direzione Generale per il Cinema. Questi i film in programma: PALOMBELLA ROSSA di Nanni Moretti, PANE E CIOCCOLATA di Frano Brusati, TUTTI A CASA di Luigi Comencini, QUIEN SABE? di Damiano Damiani, PROFUMO DI DONNA di Dino Risi, LE MANI SULLA CITTÀ di Francesco Rosi, UNA GIORNATA PARTICOLARE di Ettore Scola, PROCESSO ALLA CITTÀ di Luigi Zampa. Sarà inoltre avviata l’attività di crowdfunding dedicata al restauro di un film di culto come IL MEDICO DELLA MUTUA, diretto da Luigi Zampa e interpretato da Alberto Sordi: un modo per “adottare”, insieme al pubblico della manifestazione, una pellicola in gravi condizioni di usura che sarà restaurata e proiettata in apertura della seconda edizione della mostra nel 2018. Sempre a proposito di restauri, la Cineteca Nazionale si appresta a presentare a Napoli il celebre film interpretato da Totò MISERIA E NOBILTÀ di Mario Mattoli che avrà un’altra proiezione in occasione della Festa del Cinema di Roma che ospiterà anche il film restaurato di Marco Ferreri DILLINGER È MORTO. Altri due restauri sono in programma per la prossima Mostra del Cinema di Venezia e altri sei sono in preparazione per il 2018. La Cineteca Nazionale ha in questi giorni acquisito il Fondo Ettore Scola e il Fondo De Filippo, straordinari giacimenti culturali che saranno oggetto di studio e di pubblicazioni per le edizioni del CSC che ha appena editato l’ultimo numero della storica rivista “Bianco e Nero” dedicato al cinema giallo italiano che il 10 luglio verrà presentato alla Casa del Cinema con la partecipazione di Dario Argento. La Scuola Nazionale di Cinema del CSC si prepara ad avviare, accanto ai suoi tradizionali corsi di formazione d’eccellenza, un master dedicato alla preparazione di esperti in conservazione e restauro del patrimonio filmico italiano, mentre la CSC Production, dopo la messe di premi raccolti dal film LA RAGAZZA DEL MONDO di Marco Danieli, sta terminando la lavorazione di CI VUOLE UN FISICO di Alessandro Tamburini e sta avviando la preparazione del film d’esordio di Letizia Lamartire.

La Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia è tra le più antiche istituzioni di alta formazione, conservazione e ricerca nel campo della cultura cinematografica, e certamente è la più celebre, anche all’estero. Le sue principali finalità sono: a) lo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica e audiovisiva, attraverso la ricerca, la sperimentazione, la produzione, l’attività di alta formazione, perfezionamento e aggiornamento, svolgendo iniziative di avanguardia e curando la promozione e il coordinamento di iniziative di formazione sul territorio nazionale, anche in collaborazione con istituti pubblici e privati e con le università, e, mediante intese, con le Regioni e i Comuni; b) la conservazione, l’incremento, il restauro e la promozione, in Italia e all’estero, del patrimonio culturale cinematografico, anche mediante convenzioni con enti, istituzioni ed associazioni culturali, scuole e università; c) la ricerca e la sperimentazione di nuovi criteri, metodi e tecnologie, nonché di linguaggi innovativi, in tutti i campi connessi alla cinematografia e agli audiovisivi, da rendere accessibili ai nuovi autori e alle professionalità emergenti, anche attraverso iniziative di formazione interne alla struttura o partecipazione ad attività di formazione esterne alla stessa. La Scuola Nazionale di Cinema che ha la sede principale a Roma e sedi distaccate in Abruzzo, Lombardia, Piemonte e Sicilia, si pone come missione lo sviluppo dell’arte e della tecnica cinematografica ai massimi livelli, per mezzo di ricerca, sperimentazione, produzione e attività didattica. Costituisce un incubatore culturale in cui confluiscono tutti i tipi di operatori nel campo della cinematografia: produttori, registi, fotografi, sceneggiatori, scenografi, costumisti, attori, montatori, musicisti e tecnici del suono oltre a esperti della cinematografia digitale, docenti, studenti e studiosi di tutto il mondo. La Cineteca Nazionale è uno tra i maggiori archivi cinematografici europei, ricco di oltre 120.000 pellicole compreso il patrimonio dell’Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa di Ivrea. Alla conservazione di questo prezioso patrimonio, la Cineteca Nazionale affianca un’intensa attività di diffusione culturale, con una propria programmazione presso il cinema Trevi di Roma e mettendo a disposizione di manifestazioni nazionali e internazionali prive di finalità commerciali parte del patrimonio conservato (catalogo di circolazione). La Cineteca Nazionale è impegnata nel restauro del cinema italiano: ogni anno vengono restaurati e riproposti sia grandi capolavori sia opere “minori”, nel rispetto della complessa articolazione della nostra cinematografia. La CSC Production nasce a Roma nel 2008 quale società di produzione del Centro Sperimentale di Cinematografia, realizza i film degli studenti del Centro Sperimentale – cortometraggi, lungometraggi e documentari – coproduce, ricerca sponsorizzazioni e collaborazioni per sostenere i lavori di allievi ed ex allievi, in particolare aiutandoli a realizzare l’opera prima. La CSC Production si occupa anche della diffusione dei film nei festival nazionali e internazionali, nelle sale cinematografiche, sulle reti televisive e sul web.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...