Libri

“Donne in fuga”

61s7ThJTmVL._SX295_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Si arrese Angela, accettò il matrimonio dopo il rapimento, lo stupro, i giorni di segregazione, la paura, la solitudine, l’umiliazione? Un’altra forse l’avrebbe fatto, non lei…

Donne in fuga – Vite ribelli nel Medioevo, Maria Serena Mazzi, Il Mulino. Ancora adesso spesso e volentieri le donne quando sono fortunate si trovano di fronte un famigerato soffitto di cristallo che impedisce loro quand’anche abbiano tutte le carte in regola per arrivare a gestire la cossiddetta stanza dei bottoni di accedervi, rimanendo al palo, sovente alle spalle di personaggi che non sono alla loro altezza. Per non parlare di certe società nelle quali sono considerate alla stregua di un oggetto. Ma, come ce ne sono certamente oggi, ci sono state nei secoli passati delle donne che non si sono arrese supinamente al destino che sembrava essere scritto per loro da mani altrui, e hanno profuso un considerevole impegno per dimostrare di che pasta fossero fatte. La ribellione, del resto, non è un concetto da sottovalutare, anche in quanto fautore di dinamiche storiche, politiche, economiche, sociali e culturali: quando la norma appare ingiusta, è umano che si cerchi con vari mezzi di violarla. Maria Serena Mazzi con una prosa appassionata e mai vacua dà voce a quelle figure, alcune delle quali pressoché misconosciute, altre celeberrime (Giovanna d’Arco, santa Brigida, Eleonora d’Aquitania…), che hanno detto no alla sottomissione, che hanno fatto germogliare il fiore della modernità, dell’autodeterminazione, della libertà.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...