Intervista, Libri

La cultura è tutto

PremioLetterarioCittàdiCastello_2016di Gabriele Ottaviani

Antonio Vella è la mente e il cuore del premio Città di Castello: sentiamo cosa ci racconta.

Cosa caratterizza questa edizione rispetto alle precedenti?

In linea di massima l’impostazione del Concorso è invariata rispetto alle edizioni precedenti.

La novità dell’edizione 2017 è rappresentata dall’ingresso in giuria di qualificati professionisti del mondo della cultura e del giornalismo: da Antonio Padellaro, presidente del “Fatto Quotidiano” a Francesco Petretti documentarista per trasmissioni Rai come Geo&Geo, alla docente di Roma Tre Marinella Rocca Longo.

Giurati che si vanno ad aggiungere agli altri confermatissimi e cioè il presidente di giuria Alessandro Quasimodo, il giornalista Alessandro Cecchi Paone, l’Ambasciatore Claudio Pacifico, l’attrice e scrittrice Anna Kanakis, il critico Alessandro Masi.

Cosa rappresenta la cultura nella nostra società?

Qui mi è facilissimo rispondere: rappresenta “molto” per non dire “tutto”. Qualsiasi professione si svolga nella vita la preparazione culturale sta alla base dell’individuo, sta alla base di una società civile che voglia progredire e non regredire. La cultura per una società è elemento imprescindibile, ed è un vero disastro che le classi dirigenti del nostro paese degli ultimi vent’anni se ne siano dimenticate…

Come può una città essere laboratorio di arte e cultura?

Una città può diventare un laboratorio d’arte e cultura se comincia a costruire le sue solide fondamenta con i bambini fin dalle primissime classi della scuola. A mio parere già nelle scuole elementari si costruiscono i fruitori culturali di domani, ponendo il bambino/scolaro nelle condizioni di poter respirare quella sana aria della cultura che lo renderà un adulto appassionato e bramoso di sapere.

E i cittadini interessati all’arte e alla cultura diventano poi elementi fondamentali per quel laboratorio dove ognuno poi può essere protagonista con le proprie passioni, le proprie idee, partecipando in una sorta di crogiuolo di esperienze.

Ma ancora una volta lo ribadisco: una città che vuole essere laboratorio di arte deve curare i particolari dalle fondamenta e investirci risorse: se lo fa, i ritorni possono essere determinanti sia sotto l’aspetto umano di costruzione di una società migliore sia sotto l’aspetto puramente economico, per la valorizzazione delle proprie risorse e la ricaduta turistica che ne può derivare.

Quali caratteristiche secondo lei deve avere un buon libro?

Ovviamente le regole del buon scrivere in lingua italiana, intendo senza sgrammaticature e uso improprio della punteggiatura sono alla base di un libro per essere minimamente preso in considerazione. A mio avviso poi diventa essenziale l’originalità: l’originalità della storia se si tratta di un romanzo o dell’argomento in caso di un saggio. Ma è l’originalità l’elemento che fa la differenza.

Quali sono le sue speranze per il premio Città di Castello?

Arrivati all’XI edizione si rischia di cominciare a guardarsi indietro e magari a cullarsi sugli allori perdendo di vista l’orizzonte. Invece io voglio guardare avanti e mentre si sta svolgendo questa edizione sto già lavorando al futuro che vedrà nell’edizione 2018 una importante novità, rappresentata dalla nuova sezione speciale “La nostra Terra” dedicata a tutti gli studenti delle scuole italiane. Sarà un vero laboratorio di creatività e sarà la concretizzazione di uno dei motivi principali per cui questo premio è nato nel 2007. E cioè contribuire alla crescita culturale e sociale dell’individuo, mettendolo al centro dell’universo fin dai primi anni di vita.

E poi la speranza è che finalmente le Istituzioni guardino alla Cultura come elemento trainante dell’economia del nostro Paese, e non come ultima ruota del carro, sottraendole puntualmente ogni anno risorse per destinarle a più misere finalità.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...