Libri

“Quello di cui non vogliamo parlare”

51iKCZlRFzL._SX315_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ma che facoltà prodigiosa, questa di poter staccare la spina quando vogliamo! E come mai non ce l’abbiamo nei casi più drammatici? O forse la possiedono solo alcuni individui e altri no? Perché coloro che sono paralizzati a letto dalla SLA, o malati di tumore terminale ai polmoni, alla gola o alle ossa, non possono lasciarsi morire così come avrebbero fatto mio nonno e mio padre? La ragione sta soltanto nel fatto che alcuni lo desiderano veramente e altri non hanno il coraggio di volere, fino in fondo, quell’ultimo passo? Rimango perplesso. Di una cosa sono certo, però. Alcuni di noi preferiscono la morte a una vita a metà.  Altri preferiscono la vita, a qualunque costo.

Quello di cui non vogliamo parlare, Gian-Luca Baldi, Giovane Holden. Nella longlist del premio Comisso. Il tempo ha durata diversa a seconda delle situazioni, anche se i minuti durano sempre sessanta secondi e un secondo è il tempo in cui la luce percorre più o meno trecentomila chilometri, anche se ogni sessanta minuti scatta un’ora e ogni ventiquattro ore scatta un giorno. Il tempo non è mai uguale a sé medesimo. Sornione, si fa beffe di noi che per colpa sua invecchiamo, lui che resta e rimarrà sempre e per sempre identico. E così il tempo di un funerale, dell’addio a un padre amato ma con il quale il rapporto non è riuscito mai a essere meno che estremamente conflittuale, in realtà diventa quello di una vita intera, fra andate e ritorni, salti avanti e indietro nella memoria di una coscienza che rompe gli argini e affronta tutte le domande rimaste senza risposta, tutti i dubbi, i tabù, le paure, i problemi, i silenzi, i rimorsi, i rimpianti, senza pietà né per sé né per gli altri, tutto ciò di cui, in definitiva, non si vuole parlare. Specie quando si ha un disperato bisogno di farlo. Un limpido esempio di prosa sopraffina che scava nei meandri più reconditi dell’anima.

Annunci
Standard

One thought on ““Quello di cui non vogliamo parlare”

  1. Pingback: Gian-Luca Baldi, il Tempo, la Vita | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...