Libri

“Perla”

41yjycvf16L._SX347_BO1,204,203,200_di Gabriele Ottaviani

Come l’ossessione di un cacciatore.

Perla, Salvatore D’Antona, L’orto della cultura. Jill è una giornalista. È anche scrittrice. È una donna di successo. Suo marito le vuole bene. La sua vita è felice. I suoi figli sono perfetti. Pertanto crolla. Va in depressione. Vede tutto nero. Ha bisogno di un aiuto. Non ci sono motivi apparentemente validi per questa catastrofe. Deve approfondire. Deve indagare. Deve capire. Le viene consigliato di rivolgersi a Perla. Che è ebrea. È affetta da nanismo. Come la gran parte dei suoi numerosi fratelli. Insegna pianoforte. Sa guardare nell’anima. Perché ha un dolore immenso dentro. Perché la sua intera famiglia, di musicisti e artisti, è passata da Auschwitz, ha incontrato Mengele… Due donne diversissime, straordinarie, unite da qualcosa di ineffabile e insieme potentissimo: il romanzo vola via come uno stormo di garrule rondini, è straziante e bellissimo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...