Libri

“Mio marito…”

41JTurzkiGL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Mio marito è partito per l’ennesima fiera all’estero. Questa volta ha insistito davvero, voleva portare anche me. Ma io non ce la faccio a stare dieci ore in aereo e attraversare l’oceano. Ho un’autonomia breve, due o tre ore al massimo poi mi prende l’ansia e la claustrofobia. Ho bisogno della mia ritualità, mi rassicura, delle mie cose a portata di mano, del mio cuscino per dormire. Sembra che con gli anni, questo aspetto, che prima consideravo marginale, si stia prendendo una grossa fetta della mia vita e delle scelte che metto in atto.   Paolo sembra un bambino euforico, la sua energia è sconfinata tanto quanto il suo amore per i viaggi specie quelli dal sapore esotico. Ne abbiamo condivisi molti in passato, ma da un decennio lui parte anche da solo o sporadicamente con nostro figlio. Io ora detesto spostarmi, ma vivo con un uomo che non pensa che a quello, fuggire altrove, prenotare viaggi. Mi sono rifiutata più volte, gli ho detto che vada dove vuole, ma mi lasci stare non mi rompa le scatole coi suoi tour. Ne avrei da raccontare di storie, di quando prenota, si organizza e poi mi rivela solo due giorni prima che so… che andrà in Messico, in Cile o in Venezuela e io gli faccio pure le valige e lo porto anche all’aeroporto. Ma non ce la faccio più.   Credo abbia qualcuno che lo raggiunge anche se lui non si è mai tradito. Torna rilassato, abbronzato, carico di foto e filmati che poi vuol condividere. Mi chiedo perché si comporta così da anni ormai. Vuole fuggire da me, dalla mia staticità, ma non può fare a meno della mia presenza.

Mio marito…, Claudia Fiorotto Zampieri, Giovane Holden. Nella longlist del premio Comisso. Donne che parlano di uomini. Con amore, rispetto, affetto, stima, considerazione, disperazione, rassegnazione, orgoglio, rabbia, timore, paura, disgusto, comprensione, abnegazione, accondiscendenza, sincerità, svagatezza, leggerezza, astio, idolatria, protervia, intimità, disincanto. E molto altro ancora. Vorrebbero apparire come eroi senza macchia e senza paura, ma sono in verità creature fragilissime e insicure, spesso infantili, talvolta cattive: e profondamente si incunea la scrittura brillante di Claudia Fiorotto Zampieri nel mare dei sentimenti che scandaglia con acume, rispecchiando in questa riuscita e variegatissima silloge, che colpisce sin dall’originale, altamente simbolica e azzeccatissima copertina, i mille volti del maschile e del femminile. Da leggere.

Annunci
Standard

One thought on ““Mio marito…”

  1. Pingback: Claudia Fiorotto Zampieri e la gioia dell’amore | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...