Libri

“Tutte le ragazze…”

download (1).jpegdi Gabriele Ottaviani

Era il periodo post natalizio che gli occhi da marrone terra bagnata mi diventano un po’ verdi e io e Silvia diventammo intimi come due perfetti hygge. Questo termine ambiguo come la politica del Movimento 5 Stelle delinea sommariamente lo stile di vita dello “stare bene insieme”, creare un’atmosfera accogliente circondandosi dell’affetto di persone care in ambienti protetti. Quei mattacchioni dei danesi con la parola hygge intendono pure oggetti, avvenimenti e situazioni, tipo: la candela alla vaniglia Ikea è hygge, il Nesquik bollente che ti bevevi in salotto al caldo guardando Duck Tales mentre fuori faceva un freddo pornografico è hygge, passare il Capodanno con pochi amici a San Pellegrino di Norcia a casa di Paolo davanti al caminetto cibandosi h24 di suino annaffiato da ettolitri di Torgiano ubriacandosi alle quattro del pomeriggio è hygge. Financo rimanere a casa il sabato sera addormentandosi sul divano davanti a una puntata di Un giorno in pretura è hygge.

Tutte le ragazze con una certa cultura hanno almeno un poster di un quadro di Schiele appeso in camera, Roberto Venturini, SEM. Tutte le ragazze con una certa cultura è una web serie di grande e meritato successo, vista l’indubbia qualità sotto ogni aspetto, scritta da Roberto Venturini a partire da un suo racconto pubblicato in rete, e diretta da Felice Bagnato, che racconta la società del nostro tempo con un’atmosfera che ben si addice a tutti coloro i quali si riconoscono nella definizione di seguaci di ogni forma di cultura alternativa che si sintetizza nel lemma, ormai abusato, hipster. La serie ironizza sui luoghi comuni, i finti intellettuali, i radical chic, tramite l’ottica della crisi di una coppia, luca, assistente universitario e correttore di bozze, e Silvia, studentessa di lettere. Ora Roberto Venturini ha ampliato questo progetto, dando vita a un vero e proprio romanzo: divertente, intelligente, brillante, scorrevolissimo, raffinato, credibile. Si legge d’un fiato e con estremo piacere ma resta a lungo in mente, perché induce alla riflessione su molti temi: la precarietà di vita e di sentimenti, l’immaturità, il desiderio di prendere in mano la propria vita.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...