Libri

“La soffitta sul lago”

51syLLNAfnL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Ci vediamo presto, bambina mia. E poi avremo l’eternità per recuperare.

La soffitta sul lago, Viola Shipman, Giunti, traduzione di Roberta Zuppet. Mattie da sempre si rifugia nella casa sul lago Michigan che divide col marito Don, una vita insieme. Ma negli ultimi tempi l’esistenza s’è fatta ardua, e le risa e la gioia sono solo echi lontani che fanno vibrare unicamente le corde della memoria. Finché un giorno non si palesa Rose, una ragazza madre: e per ognuno dei protagonisti di questa storia si fa strada finalmente l’occasione della felicità. La speranza rimase in fondo al vaso di Pandora, baluardo per i mali; l’amore invece è tutto, e che lo sia è tutto ciò che ne sappiamo, per citare Emily Dickinson: nella prosa cristallina di Viola Shipman queste due indispensabili emozioni umane, vivificanti e salvifiche, si esaltano e trasmettono gioia. Da non perdere per nessuna ragione possibile, a meno che non si prediliga rispetto al piacere il rimpianto.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...