Libri

“Il giorno dei regni”

51vMgDGu2RL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Le opere di Lenin, le acquistò in russo.

Il gioco dei regni, Clara Sereni, Giunti. La storia ha due facce, come le medaglie degli eroi che si impegnano a farla e che vengono ricordati per le loro gesta: una faccia ha l’iniziale maiuscola, l’altra minuscola, una è pubblica, l’altra privata, una riguarda tutti, l’altra solo qualcuno, magari un gruppo di persone, anche numeroso, ma comunque sempre legato da vincoli familiari, di sangue, di affetto, d’amore, simile a molti altri della stessa tipologia ma non tanto vasto da comprendere l’intero. Ciò non toglie però che ci possano essere esperienze in cui molti si rivedono: appartengono a uno, ma le ha vissute anche l’altro, muta solo qualche dettaglio. Viene ora ripubblicato un grande romanzo familiare che ha l’ampio ed epico respiro della memoria, frammenti di discorsi a vario titolo amorosi che si ricompongono, tessuti insieme come fili colorati in un tappeto, che dal rovescio non fanno capire granché, ma se visti dall’altro lato rendono perfettamente l’idea di un grande e raffinato disegno: speranze, passioni, rivoluzioni, regimi totalitari, utopie politiche e sentimentali. Clara Sereni riesce a rendere universale l’intimità, con uno stile scintillante: da leggere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...