Libri

“Parole di giorni lontani”

download (12).jpegdi Gabriele Ottaviani

Imparai lo zero, un tondo assai simpatico (specie per un sia pur lieve dislessico) anche se, o forse proprio perché, privo delle allegre code del sei e del nove, e mi avventurai nel mondo inesplorato delle decine.

Parole di giorni lontani, Tullio De Mauro, Il Mulino. È stato senza ombra di dubbio uno dei più grandi intellettuali che la storia italiana, specie quella più recente, abbia mai avuto. La sua morte ha lasciato una straordinaria eredità, che è monito e sprone, ma al tempo stesso anche un enorme vuoto dal quale non è facile riprendersi, e che continua a generare, benché il tempo inesorabile non accenni a smettere di passare, erodendo col lenimento della distanza la presenza del dolore, grande commozione, soprattutto in chi ha avuto modo di conoscerlo di persona e di lavorarvi al fianco, ma anche semplicemente in chi ha imparato da lui, dai suoi testi, dalle sue parole, e si ritrova ad applicare nella vita i suoi insegnamenti culturali ed esistenziali, molto oltre il mero nozionismo: la lotta all’analfabetismo, non solo quello funzionale, la centralità della scuola nella promozione dell’uguaglianza culturale, il rapporto tra condizione economica, istruzione e cultura linguistica. Linguista, ministro della pubblica istruzione nel secondo governo presieduto da Giuliano Amato, insigne saggista, autore di testi fondamentali come la Guida all’uso delle parole, il Grande dizionario dell’uso, la Storia linguistica dell’Italia unita, nella Napoli degli anni a cavallo fra i Trenta e i Quaranta del Novecento è però solo un bambino, in una buona e numerosa famiglia, che impara a leggere. E quindi a conoscere il mondo, anche attraverso canzoni e filastrocche. Un’educazione sentimentale e intellettuale che incanta per freschezza, un gioiello piccolo e prezioso che emoziona e torna in libreria. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...