Libri

“La pace”

download (1).jpegdi Gabriele Ottaviani

Cristo, ma perché proprio a noi?

La pace, Richard Bausch, Playground, traduzione di Martino Adani. La guerra è inumana per definizione. Ma si può restare umani comunque al suo interno? In realtà verrebbe da dire che si debba: però come fare? Sono americani i soldati che nel millenovecentoquarantaquattro risalgono lo Stivale per combattere i tedeschi presso Cassino. Devono affrontare un’ascesa faticosa lungo le pendici di una collina resa sdrucciolevole dalla pioggia. Questo piccolo drappello di uomini tormentati dal ricordo e dalla continua presenza dell’orrore, dalla paura, dal desiderio di sopravvivere e tornare da chi amano, a casa, è composto da tre anime sole, coraggiose e disperate, Robert, Saul, Benny, accompagnate da una guida, un vecchio, un italiano: e avvicinandosi alla vetta si approssimano sempre più al nemico… Vincitore otto anni fa con quest’opera del Dayton Literary Prize, Richard Bausch realizza un testo di rara perfezione formale, che fa vibrare di emozione e tensione, profondissimo, travolgente, impregnato di autenticità, che chiama il lettore in causa, a riflettere sulla natura stessa dell’etica. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...