Libri

“La regola dei pesci”

51E+XV2R3bL._SY346_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Non ci eravamo mai detti di non parlarne a Simone, era stato cosí e basta. Era chiaro, non c’era bisogno di dirselo. Se aveva deciso di andarsene non c’era posto con noi. Per Anto è stato cosí prima che per tutti noi. Una volta che eravamo al pub, e stavamo parlando della Turchia, è arrivato Simone, e subito Anto ha cambiato discorso puntando gli occhi addosso a tutti, come per dire: Si fa cosí. Sí, è stato il suo amico Anto il primo a farlo fuori.

La regola dei pesci, Giorgio Scianna, Einaudi. In lizza per il premio Comisso. La quinta C ha quattro maschi. Meglio, aveva. Sì, perché sono spariti. Da luglio nessuno sa più nulla di loro. Sono andati in Grecia per l’estate. Ora è settembre. Il liceo riapre. E loro non ci sono. Scattano le indagini. D’un tratto uno ritorna. Ma non parla. Con il tipico massimalismo di chi ha diciott’anni, e se non gli sembrasse tutto o bianco o nero forse non potrebbe nemmeno in effetti definirsi giovane, tace. Perché ha fatto un patto, e la fiducia non si rompe. È illeso, ma assolutamente silente. È raro che chi non è più adolescente sappia raccontare i ragazzi di quell’età e quello stesso fragile tempo in una maniera tale da apparire sempre completamente credibile, da ogni punto di vista, sia per quanto riguarda le azioni che i pensieri, le parole, e sì, anche le opere e soprattutto le omissioni, dovute all’età, in cui pensi di capire tutto e ancora tante cose non sai, ma Giorgio Scianna riesce in questa piccola grande impresa che si deve alla forza e al potere salvifico e immaginifico della letteratura: un vero thriller dell’anima. Da leggere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...