Cinema

“La defensa del dragon”

D16-20161010-DDD07-001-0034-0000454di Gabriele Ottaviani

La defensa del dragon. Tra i titoli della Quinzaine in quel di Cannes. Gli scacchi sono uno sport. Un gioco. Un’arte. Un’allegoria della vita. Si può essere abilissimi strateghi, saper muovere come meglio non si riesce nemmeno a immaginare pedoni, alfieri, cavalli e torri su un piano fatto di quadrati dagli opposti colori eppure allo stesso tempo rimanere impantanati nel proprio male di vivere, nell’inettitudine che è emblema della distanza che separa da un mondo nel quale non ci si riconosce. E per questo ci si rinchiude in un proprio universo, rassicurante ma artefatto. I tre protagonisti, uno scacchista professionista che vive di scommesse, un omeopata che ha tutt’altra vocazione e un orologiaio che non si rassegna al fatto che il suo tempo sia ormai passato, che le lancette non descrivano più alcuna circonferenza, sono straordinari, così come questo film dolente e pieno di grazia, il primo lungometraggio della sensibilissima regista colombiana Natalia Santa. Da non perdere.

 

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...