Libri

“Georgia”

41UmmCw2ctL._SX321_BO1,204,203,200_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Decide che alla mia mostra del marzo 1924 ci saranno opere di entrambi.

Georgia, Dawn Tripp, Neri Pozza, traduzione a cura di Ada Arduini. Nel millenovecentoquindici, mentre già infuria la prima guerra mondiale ma gli Stati Uniti d’America ancora non ne fanno attivamente parte, Georgia O’Keeffe è un’insegnante d’arte nella scuola di una cittadina del Texas. Un giorno invia a un’amica che vive a New York dei disegni a carboncino affinché quest’ultima li consegni ad Alfred Stieglitz, un’icona, ma forse sarebbe più appropriato utilizzare l’articolo determinativo, del panorama artistico a stelle e strisce, che ha una galleria da cui passano tutti i più grandi. I disegni, innovativi, per certi versi rivoluzionari, del tutto anticonvenzionali, lo colpiscono. Inizia una corrispondenza. Che poi diviene una vera e propria relazione. Georgia raggiunge finanche la fama. Ma non per merito. E per lei, che invece vuole con ogni sua forza dimostrare di possedere talento, la felicità è un miraggio che si allontana via via che compie un passo sul sentiero della frustrazione. La ricostruzione biografica e dello spirito dell’epoca descritta appare attenta e accurata, la trama non presenta passaggi a vuoto, lo stile è lineare e coinvolgente: il romanzo è interessante e gradevole. Da leggere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...