Libri

“La figlia dell’arcobaleno”

download (3).jpegdi Gabriele Ottaviani

So dove trovare degli arcobaleni.

La figlia dell’arcobaleno, Nadia Hashimi, Il battello a vapore – Piemme, traduzione di Laura Prandino. Secondo sua madre quello che sta per capitarle è una fortuna, e comunque non sarà per sempre. È così che cerca di consolarla mentre le taglia i capelli e la trasforma in una bacha posh (mutatis mutandis, una sorta di Vergine giurata), ossia una bambina che porta i pantaloni e risolve i guai della famiglia. E alla fine Obayda deve riconoscere che è vero: nelle campagne dell’Afghanistan si è molto più liberi se si è maschi. Così, quando arriva il momento di tornare femmine, non c’è niente di meglio da fare che mettersi in cammino per trovare un arcobaleno sotto cui passare e cambiare per sempre sesso… Un romanzo d’avventura delicato e intimo, ma al tempo stesso potente e vibrante, pieno di chiavi di lettura, che fa riflettere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...