Cinema

“Muhi”

unnamed (2)di Gabriele Ottaviani

Muhi – Generally temporary. In anteprima mondiale al San Francisco International Film Festival. Il film di Rina Cstelnuovo-Hollander e Tamir Elterman, una coproduzione internazionale che vede coinvolta anche l’Europa, è una pellicola commovente che reproduce in maniera asciutta e sentita una realtà dolorosa e difficile. Buma è un attivista umanitario. Vive e lotta per la pace. Siamo a Erez Crossing, il posto di blocco di confine fra Israele e Gaza. C’è un bambino che sta molto male. Viene da Gaza. Deve raggiungere al più presto il più grande, importante, prestigioso e valido ospedale israeliano, il Tel HaShomer. È questione di vita o di morte. La famiglia la sera precedente ha ottenuto il permesso di poter varcare il confine in ambulanza. Lo accompagna il nonno, che ha più di cinquant’anni, quindi non ci sono problemi legati all’età, in base a una delle tante e assurde norme che regolano gli impervi rapporti fra due popoli che sono capaci di fare storie anche sulla pelle di un infante, ma Buma non sa se il convoglio sia stato bloccato da Fatah o Hamas. È disposto in ogni modo ad attenderlo, anche tutta la notte, se necessario… Commovente e struggente, fa rabbia e fa riflettere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...