Cinema

“La ragazza dei miei sogni”

la_ragazzadi Gabriele Ottaviani

P. è giovane. È bellissimo. Ha perduto i genitori. Ha una sorellina, Cam, che desidera proteggere, che vive con la zia e soffre d’asma. È innamorato della sua amica Margherita, che però da quel punto di vista non lo considera affatto, mentre questa non è indifferente al di lui superficiale coinquilino Mario, che prima si prodiga in consigli nei riguardi di P. e poi si porta a letto per puro divertimento la ragazza dei suoi sogni. Perché lui, il timido, candido, serio e un po’ insoddisfatto redattore che si sente perennemente, a torto, inadeguato, e che incontra per caso, pare, dopo molti anni un vecchio amico, musicista, tecnico informatico e appassionato di occulto, Margherita se la sogna per davvero, tutte le notti. Fin quando non gli si palesa di fronte l’immagine di un’altra splendida ragazza, Sofia… Bisogna superare un grado di sospensione dell’incredulità enorme, è vero, per ritenere che Primo Reggiani (La piovra 8, Una donna per amico, Don Matteo, L’ultimo rigore, Ma il portiere non c’è mai?, Rosa Funzeca, Ics, Orgoglio, Diritto di difesa, Melissa P., Raccontami, Polvere, Baciami ancora, L’imbroglio nel lenzuolo, Mia madre, La figlia del capitano, Ci vediamo a casa, Una grande famiglia, Ovunque tu sarai) possa avere delle difficoltà a trovare una ragazza che desideri stare con lui, ma il fantasy di Saverio Di Biagio (Qualche nuvola) La ragazza dei miei sogni, in sala da domani, con Miriam Giovanelli (Ana y los 7, Los Serrano, Fisica o chimica, Sin tetas no hay paraíso, Gli sfiorati, Velvet, La vita oscena), Nicolas Vaporidis (Notte prima degli esami, Cemento armato, Maschi contro femmine, Femmine contro maschi), Chiara Gensini (Tickets, Almeno tu nell’universo, Missing, La sindrome di Antonio), Marco Rossetti (Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, L’estate sta finendo, Nomi e cognomi, Quando a Roma nevica), Remo Girone (Il sole nero, Il gioiellino, Maicol Jecson), Nicola Nocella (Il figlio più piccolo, 20 sigarette) e la piccola Jessica Paglialunga, per la prima volta sullo schermo, tratto dall’omonimo romanzo (edizioni Gargoyle) di buon successo di pubblico e critica di Francesco Dimitri, che qui cura soggetto e sceneggiatura, con il montaggio di Marco Spoletini (pluripremiato per Velocità massima, L’imbalsamatore, Gomorra e Il passato è una terra straniera), è una storia semplice, lineare e compiuta, ambientata in Puglia, che, mutatis mutandis, ricorda per certe atmosfere e soluzioni tecniche (ma lì la fotografia era non di Francesco Di Giacomo – Hannibal, Pugni chiusi, Il terzo tempo, Nottetempo, Amori elementari, Amore oggi, L’attesa, Orecchie – bensì di Blasco Giurato) Zodiaco, la serie tv liberamente tratta dallo sceneggiato francese Zodiaque. Al di sopra delle attese.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...