Cinema

“Bolshoi Babylon”

057194edc0849b097db64f3dd57c37b3di Gabriele Ottaviani

È il tempio dell’arte. Per alcuni, anzi, molti, moltissimi. Per altri, però, è pure un rudere decadente, vestigia d’un passato da non esaltare, nonché un covo di serpenti. E in effetti gli intrighi, i giochi di potere, i ricatti, anche sessuali, i soprusi, i dispetti feroci, gli scandali, le crudeltà, le gratuite cattiverie, le invidie, le gioie (rare), i dolori (tantissimi), le ambiguità melliflue, il parossismo, la corruzione in ogni ordine e grado, il caos, specchio di quello che c’è nel paese, persino gli attentati (il direttore artistico Sergei Filin è stato sfigurato con dell’acido) non mancano. C’è tutto e il contrario di tutto, e la verità, spesso, è impregnata di squallore. È un’immersione umana, troppo umana, nell’incanto del balletto, etereo, carnale e sublime, e al tempo stesso nella forma mentis della Russia contemporanea, che ancora ha più di qualche connotato palesemente stalinista, Bolshoi Babylon, azzeccatissimo titolo per questo ottimo documentario prodotto anche da HBO (It’s not tv, it’s HBO: e hanno ragione, è molto sopra la media) in sala il due e il tre di maggio. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...