Libri

“Vincenzo Bellini – Carteggi”

7e212da57e86369f6bdfdb030b292f5b_w200_h_mw_mh_cs_cx_cydi Gabriele Ottaviani

Chi fu fino l’amico del mio cuore, dei miei più delicati pensieri?

Vincenzo Bellini – Carteggi, edizione critica a cura di Graziella Seminara, Leo Olschki. Nella sua brevissima esistenza, conclusasi a trentaquattro anni ancora da compiere, è riuscito in ogni modo a lasciare un segno indelebile nella storia della musica, tanto che le sue opere sono ancora oggi fra le più conosciute, ammirate, apprezzate, amate dagli intenditori e rappresentate in Italia e non solo. Sono dieci: Adelson e Salvini, Bianca e Fernando, Il pirata, La straniera, Zaira, I Capuleti e i Montecchi, La sonnambula, Norma, Beatrice di Tenda e I puritani. Molte di più, ben cinquecentodiciassette, sono invece le lettere che sono raccolte in questa pregevolissima edizione critica, ricca di dettagli, curatissima, approfondita, capace di fornire al lettore, al curioso, allo studioso suggestioni, riferimenti, idee, pensieri, legami. La dimensione epistolare non vellica semplicemente, come forse qualcuno potrebbe ritenere, commentando con superficialità il fenomeno, un certo innato voyeurismo: è invece una rappresentazione tangibile e concreta di quella smagliatura nella rete vagheggiata liricamente da Montale che permette di penetrare il senso, di scorgere una scaglia del mare dell’interiorità di un artista. Un’opera preziosissima.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...