Libri

“Il canto del crepuscolo”

download (1).jpgdi Gabriele Ottaviani

Avevo un amante. Oliver. È morto quando il mio appartamento è stato distrutto dalle bombe.

Il canto del crepuscolo, Helen Humphreys, Playground, traduzione di Fabio Viola. Inghilterra, millenovecentoquaranta (nella seconda parte ci sposteremo dieci anni più avanti). James e Rose sono giovani. James e Rose sono belli. James e Rose si amano. James e Rose si sposano. James e Rose si separano. Non perché non si sopportino più o la loro unione si sciolga. Ma perché c’è da combattere l’infamia del nazifascismo e James è un pilota della Raf. Che viene fatto prigioniero. Mentre Rose si ritrova sola in campagna. Lui è convinto che cercare di fuggire dal campo sia inutile, e quindi si dedica a studiare un nido di codirossi, lei inaspettatamente si innamora. Ma poi la raggiunge Enid, la sorella di James, sfollata da Londra, e… Helen Humphreys, scrittrice e poetessa canadese, nel contesto di una ricostruzione storica piuttosto efficace dipinge con tinte soffuse e tratti nettissimi, attraverso brevi e vibranti capitoli dai suggestivi nomi per lo più di animali e piante, dal coniglio alla genziana mettimborsa, la cognizione del dolore, le ferite dell’anima, la lirica delicatezza della pena. Intenso e splendido.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...