Libri

“Il fascismo della Repubblica Sociale a processo”

Cover.Il fascismo della Repubblica Sociale a processo 2di Gabriele Ottaviani

Sono presenti al rastrellamento elementi del RAP, delle brigate nere “Facchini” e “Pappalardo” e del comando provinciale GNR. Nell’elenco stilato dal vice brigadiere compaiono i seguenti nomi: Marcello Fabiani, indicato come “stratega” dell’azione, il capitano Gaddo Jermini, il maggiore di P.A. Agostino Fortunati dirigente della sezione politica della Questura, il tenente del battaglione “volontari della morte” Alberto Noci.

Il fascismo della Repubblica Sociale a processo – Sentenze e amnistia (Bologna 1945-1950), Alberto Mandreoli, Il pozzo di Giacobbe. Chiudere i conti con il passato non è mai facile. A maggior ragione se il passato è una guerra. Una dittatura. Che ha devastato un paese intero. Dopo un conflitto è necessario ricostruire, ma soprattutto c’è all’ordine del giorno una questione che viene vissuta come una esigenza imprescindibile da parte di coloro che hanno subito sulla propria pelle la protervia dell’oppressione: il cambio della classe dirigente. Collusa, compromessa, corrotta. Questo in Italia non è avvenuto. Troppi si sono riciclati, troppi si sono rifatti una verginità. Le corti straordinarie d’assise e le corti d’appello, negli anni fra il millenovecentoquarantacinque e il millenovecentoquarantasette, hanno prodotto una messe di materiale semplicemente straordinario, che Mandreoli indaga con perizia certosina focalizzandosi sull’area del Bolognese, una delle zone più significative dal punto di vista dell’analisi di certi fenomeni politici all’interno del territorio italiano, in quanto area in cui nel biennio rosso si ebbero numerose manifestazioni di protesta, territorio di partigiani ma decisamente prossimo a quella Salò che si proclamò capitale di uno stato che si opponeva alla liberazione alleata, regione cosiddetta rossa per antonomasia: partendo dalle carte processuali l’autore realizza una puntualissima esegesi che riesce a raccontare quali particolari fenomeni siano stati alla radice degli eventi che hanno determinato la necessità dell’intervento della giustizia, indispensabile per ricomporre la normalità. Con tono divulgativo e narrativo molto solido Mandreoli getta luce in particolare, al di là degli steccati ideologici, sulle vicende delle persone: da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...