Libri

“La donna che sparì con un libro”

88116884939788811688495-300x449.jpgdi Gabriele Ottaviani

Stavano tutte appassendo in terrazza, le amate piante di cachi di sua madre.

La donna che sparì con un libro, Idra Novey, Garzanti. traduzione di Letizia Sacchini. Il colpo di scena è da sempre un elemento fondamentale per la buona riuscita di un racconto, perché nulla appare più fastidioso per chi legge di qualcosa di atteso. A meno che infatti non ci si accosti a una storia con l’idea di non voler esserne in alcun modo turbati, non desiderando mettersi in discussione, la ripetizione di certi stilemi e la consapevolezza troppo precoce di sapere già dove l’autore vorrà andare a parare rende piuttosto noiosa l’azione della lettura, e risulta inefficace anche la possibilità dell’immedesimazione, che quindi si manifesta come inevitabilmente negata, bloccando la condivisione di sentimenti che è un nesso imprescindibile per una convincente comunicazione. Nessuno di questi difetti però appartiene alla scrittura magnetica di Idra Novey, che al contrario conquista e avviluppa sin dal primo rigo, ed è piena di colpi di scena. Oltretutto non ne esistono di gratuiti, atti solo a infarcire la trama: il ritmo è serrato, ma non scioccamente forsennato, il che lo renderebbe invece un accumulo niente affatto godibile, e l’espediente da cui prende le mosse, la sparizione, invero non troppo convincente, almeno per la protagonista, Emma, di una celeberrima scrittrice brasiliana che pare voler emulare il calviniano barone rampante (ma anche sé stessa, ed Emma, che ne è la traduttrice americana, sa di cosa parla, conoscendo i suoi testi), è lo spunto per una delicatissima meditazione esistenziale. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...