Libri

“Vangelo di malavita”

libro_metalloII-1024x576di Gabriele Ottaviani

Totonno lo provocava sempre più spesso, ma Ignazio non gli rispondeva più. Forse non aveva capito che, se non fossero stati lì dentro, lo avrebbe sparato senza pensarci troppo. Dopo il litigio s’era dovuto sucare le prediche di quell’infame che gli ripeteva che lo avevano fregato. “Pensavi di far parte di un gruppo, ‘i ‘na famiglia, e invece eri sulu ‘u scemu ca’ sparave”.

Vangelo di malavita, Claudio Metallo, CasaSirio. Campora San Giovanni è la principale frazione del comune di Amantea, all’estrema propaggine della provincia di Cosenza, prima che la giurisdizione passi a Catanzaro. È qui che è nato il giovane Claudio Metallo, regista che ha lavorato ad Al Jazeera, collaborato con Riccardo Iacona per il suo Presa diretta, realizzato decine di video, cortometraggi e documentari. Ha ricevuto quattro anni fa a Riace il premio, dedicato alla memoria di un giovane commerciante della Locride ucciso dalla ‘ndrangheta nel duemilacinque, Gianluca Congiusta, che l’anno scorso è andato a Fabio Mollo, regista di Il Sud è niente e dello splendido Il padre d’Italia, ora nelle sale, con la seguente motivazione: per l’impegno mostrato nel raccontare la Calabria positiva, la Calabria che resiste. Scrive bene Metallo, e le sue prove narrative ricordano per certi versi il respiro di Osvaldo Soriano, anche se non siamo in America Latina, ma nel meridione d’Italia: Vangelo di malavita – scelta intelligente ed efficace quella del titolo – è la storia credibile, profonda, intensa, appassionante, ben costruita e ben raccontata di due coetanei, Ignazio e Angelo. Sono nati nello stesso posto. Uno non ha nulla. L’altro ha tutto. Uno fa il picciotto, l’altro è il figlio dell’avvocato più importante. Uno delinque, l’altro pure, perché vuole il potere. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...