Libri

“Un quarto di donna”

QUARTO-DI-DONNA_lay-e1487614552532.jpgdi Gabriele Ottaviani

Stasera siamo ancora troppo vicini al nostro distacco.

Un quarto di donna, Giuliana Ferri, Elliot. Nata novantaquattro anni fa, è morta da quarantadue. Un anno dopo aver dato alle stampe questo libro. Per il quale la parola capolavoro non è un’iperbole. Francamente è difficile da trovare una prosa così perfetta e costitutivamente coerente come quella di Giuliana Ferri, una donna che nella sua vita ha reso carne, sangue e corpo l’immaterialità di un ideale in cui credere, a cui consacrarsi, per cui impegnarsi, quotidianamente, giorno dopo giorno, in ogni momento, perché ogni gesto ha, nell’accezione più elevata del termine, una precisa e puntuale connotazione politica. Militante comunista, attiva nella Resistenza, giornalista, ha scritto con accenti lirici di nitore scintillante un’opera che fa quasi rabbia per quanto sia attuale. Non solo per i temi trattati, come la malattia e l’aborto, ma per la centralità nucleare della disgregazione dell’io all’interno di una società sempre più reificata e reificante che produce una rete di rapporti interpersonali che credibilmente paiono essere incentrati soprattutto sull’interesse e sulla mancanza di reale e profonda comunicazione reciproca. L’impossibilità di conciliare ogni aspetto dei propri desideri nella vita reale conduce al sacrificio di parti di sé, e pertanto ci si sente non più interi, ma in pezzi, in quarti. Potentissimo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...