Libri

“Doctor Who – Le leggende di River Song”

Doctor who Leggende RiverSongdi Gabriele Ottaviani

“No, stammi lontano!” “Non capisci…” “Sei stato tu a farmi questo! Tu!” ruggì Gharjhax. “La tempesta. Devi averla notata. Stava già imperversando prima che arrivassi. Sei stato tu a causarla, saltando continuamente avanti e indietro nel tempo per fare soldi… Hai finito per creare tanti forellini nel vortice spazio temporale, riducendolo a un colabrodo. Posso aggiustarlo, se tu…” “Muori, Dottore!” “Ho sentito queste parole” disse Martin Flint, quello sbagliato. All’inizio non capii cosa intendeva dire. “Io ero qui” disse, sempre più agitato. “Ero qui e ho sentito tutto, la prima volta. Ero proprio qui.” Sentii una fitta al cuore. Tentammo di scorgere qualcosa attraverso l’energia del vortice e la frattura che andava allargandosi all’ingresso del parcheggio. “Dovrei essere qui” insistette Martin. “Dovrei essere proprio lì in mezzo. Dove diamine sono?” Il Dottore scavalcò la ringhiera e atterrò sul selciato. Tentò di avvicinarsi al suo avversario, danzandogli intorno, ma veniva puntualmente respinto dalle scariche di energia o era costretto a evitare le sue braccia metalliche che vorticavano. Quando credette di scorgere uno spiraglio si lanciò verso di esso. Il braccio meccanico rimanente di Gharjhax lo afferrò per la gola. Il Dottore cadde in ginocchio, tentando disperatamente di parlare, ma riuscendo solo a emettere singhiozzi strozzati. Gli occhi rossi della lumaca gigante sporsero dalle antenne, mentre le sue dita metalliche si stringevano sempre di più… “Lo sta uccidendo” gemette Martin. “Devi fare qualcosa!” Dovetti ricorrere a tutto il mio autocontrollo per scuotere la testa. “Vorrei poterlo fare, Martin” risposi, “ma non posso. Non posso farlo io.”

Doctor Who – Le leggende di River Song, Armenia, traduzione di Matteo Crivelli. Picnic ad Asgard di Jenny T. Colgan, Indole sospettosa di Jacqueline Rayner, Una scommessa con il tempo di Steve Lyons, Morte a Nuova Venezia di Guy Adams, Il fiume del tempo di Andrew Lane. Melody Pond, Melody Malone, River Song… Ha avuto molti nomi. Fatto sta che si tratta di una viaggiatrice nel tempo, nonché di un’archeologa: ciò significa che in pratica con ogni probabilità l’intero numero delle sue vicissitudini supera di gran lunga quello di chiunque altro in ogni luogo e in ogni epoca. E naturalmente a cosa serve vivere tante peripezie se non a raccontarle? Del resto prendere nota di ciò che capita è comunque indispensabile se si è anche la dolce e combattiva metà di un vero Time Lord, o perlomeno presunto tale. Anche perché ciò che ti è accaduto in realtà potrebbe anche non essere ancora avvenuto, visto che i viaggi attraverso la cronologia dell’universo non sono unidirezionali, anzi… Per il Doctor Who l’attributo leggendario non è una iperbole, si pensi soltanto ai cinquantaquattro anni di programmazione della serie televisiva di fantascienza che ha visto tra i suoi protagonisti William Hartnell, Patrick Troughton, John Pertwee, Tom Baker, Peter Davison, Colin Baker, Sylvester McCoy, Paul McGann, Christopher Eccleston, David Tennant, Matt Smith, John Hurt e Peter Capaldi: in questo volume sono raccolte alcune delle spettacolari vicende di River Song, e si tratta di pura e intelligentissima evasione. Da non perdere: gustosissime per ogni appassionato. E non solo.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...