Libri

“Il terremoto di Lisbona”

Voltaire_Il_terremoto_di_Lisbona.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il libro del destino è sigillato alla nostra vista.

Il terremoto di Lisbona, Voltaire, Mattioli 1885, con una lettera di Jean-Jacques Rousseau, a cura di Livio Crescenzi. Fu un evento drammatico, di proporzioni agghiaccianti, che nel Settecento sconvolse molte coscienze e che ancora oggi è rimasto nella memoria come uno degli accadimenti storici e naturali più devastanti che gli uomini ricordino, una pietra di paragone e un trampolino di lancio che consente all’intellettuale, il cui anelito è quello di saper interpretare compiutamente la realtà e trarne spunto per avvicinarsi alla conoscenza di ciò che altrimenti non potrebbe far altro che rimanere inconoscibile, segreto e incomprensibile, di esprimere la sua visione del mondo. Nella fattispecie il sisma che colpì la capitale portoghese, ma che fu avvertito anche altrove, a grandissima distanza, turbò Voltaire al punto tale da spingerlo a ingaggiare una contesa con il pensiero di Leibniz, inesorabilmente convinto del fatto che quello che esiste non possa non essere il migliore dei mondi possibili. Ne parla finanche nel Candido, e gli replica Rousseau, con un carteggio nel quale gli rimprovera ingratitudine per quella natura che tanto gli ha dato, gli dà e gli darà. L’Illuminismo per come lo conosciamo, forse, in un certo senso, è nato proprio da qui. Divulgativo, profondo, concreto e al tempo stesso immaginifico, anello di congiunzione solido e reale fra immanenza e anelito alla trascendenza, vagheggiata e insieme rifiutata, contestata e comunque, finanche al di sotto del livello della consapevolezza, bramata. Da non perdere.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...