67. berlinale

“Primero enero”

untitled.pngdi Gabriele Ottaviani

Primero enero. È gennaio, in Argentina. Dunque è estate. È tempo di vacanze. Sono le prime che papà e figlio fanno da solo. Valentino è piccolo. Gli manca la mamma. Ma i suoi genitori non stanno più insieme. Lui vorrebbe che la frattura si ricomponesse, ma non è possibile. Il papà, che gli racconta le storie del mito, di Ulisse e delle sirene, di Ettore e Achille, del cavallo di Troia e del vaso di Pandora, che una volta scoperchiato ha fatto traboccare nel mondo tutti i mali, lo porta fuori città, in campagna, a contatto con un mondo che ha tutte le caratteristiche, anche quelle più violente, del rapporto ancestrale fra l’uomo e la natura, in una casa che vedrà per l’ultima volta, perché è stata messa in vendita, perché i soldi non bastano mai, ma non è questione di mera cupidigia, anzi. Hanno delle cose da fare, una lista, un elenco scritto sul retro del coperchio di una scatola da scacchi, è una sorta di rito di iniziazione e di passaggio quello che i due uomini, padre e figlio anche nella vita vera, al di là dello schermo, zio e cuginetto – di inarrivabile e commovente spontaneità – di Dario Mascambroni, il giovane e bravissimo regista di questa tenera, intensa, equilibrata, compiuta, ben fatta, raffinata pellicola dallo sguardo pronto allo stupore che dipinge tutti i colori della malinconia (ottimo l’uso delle musiche – la suggestione del tango dà sempre vita a una miscellanea di sensazioni che si accendono per contrasto – e splendida la fotografia), si avviano a percorrere insieme, venendosi incontro, confrontandosi, parlandosi, prendendo coscienza di sé e del proprio rapporto, del peso della tradizione, sacrificandosi per amore. Un gioiellino.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...