67. berlinale

“Weirdos”

201710794_2_img_543x305di Gabriele Ottaviani

Kit e Alice sono due adolescenti. È il millenovecentosettantasei, gli Stati Uniti compiono duecento anni e loro si mettono in viaggio in autostop lungo la costa orientale, di rara bellezza, del Canada, alla ricerca di sé, di un’esperienza, di nuovi rapporti, tra figure genitoriali a dir poco anticonvenzionali, sogni, speranze e disillusioni. Un coming of age delicato, divertente, emozionante, commovente, tenero e aspro come tutti i momenti della vita nei quali ti senti impacciato e impaurito di fronte alla possibilità di un nuovo inizio: scritto benissimo, girato meglio, in un bianco e nero a dir poco splendido, ha un ottimo uso della colonna sonora e dei protagonisti (tra cui la sempre splendida – Kissed, Wonderland, I cinque sensi, Sunshine, 9 vite da donna, Il prescelto, Hollywoodland, American pastoral, Six feet under, House of cards – Molly Parker) in stato di grazia. Poetico. Weirdos.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...