Libri

“G”

download.jpegdi Gabriele Ottaviani

Credeva in Dio, ma solo per avere qualcuno dinanzi a cui castigarsi.

Kevern pensa che il fatto di non essersi mai sposato e non aver mai generato figli suoi sia in qualche modo legato alla consapevolezza di sentirsi il frutto di un’unione peccaminosa e scandalosa tra due consanguinei fuggiti per sancire il proprio reciproco amore e la legittimità del desiderio che li attanagliava. Come se fosse stato generato in mezzo alla paglia fumante della loro stalla, vicino agli utensili da falegname atti a produrre quei cucchiai degli innamorati, intagliati in un unico pezzo di legno e tradizionale pegno d’amore gallese degli uomini nei confronti delle rispettive fidanzate, che anche lui sa realizzare. Molte sono le cose che non capisce, che ancora non si spiega, ha un’esperienza delle vita che è limitata e sofferta. Come Ailinn. Non sa chi è. Non sa da dove viene. È sola e ferita. Violata da un mondo violento, feroce con chiunque, ovunque animato dall’autorigenerarsi di uno squallore imperante che fa esercizio di potere e prevaricazione sulle esistenze altrui, facendo sentire braccate le persone anche soltanto per aver scelto di innamorarsi, o comunque di lasciarsi andare al sentimento, che come tale è per natura sovversivo, perché non può seguire regole burocratiche. È un futuro prossimo e distopico il tempo in cui G, come la lettera che il padre di Kevern, quando si trovava a inizio parola, pronunciava sempre con due dita davanti alla bocca, romanzo dallo stile originale e potente, complesso ma non difficile a leggersi, anzi, tutt’altro, di Howard Jacobson edito da Bompiani e tradotto da Milena Zemira Ciccimarra è ambientato: ma in realtà parla di noi, del nostro tempo e delle nostre sovrastrutture, che rendo arduo progettare l’avvenire. Intrigante.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...