Libri

“Green Park serenade”

download.pngdi Gabriele Ottaviani

Eri convinto che, a diciott’anni, avresti risolto la questione a botte – col Bardo te lo saresti potuto permettere perché era più basso e debole di te. Poi, non appena l’ossigeno ha fatto il suo dovere, ci hai riflettuto e hai pensato che non era vero: non avresti mai risolto nessuna questione a botte. Era un po’ come quando si dice che da giovani si compivano imprese epiche, che si era coraggiosissimi con le ragazze, che il tempo non passava mai e non si aveva paura di niente. Tutte balle. A diciott’anni ti saresti chiuso in camera e di nascosto avresti pianto per ore.

Green Park Serenade, Andrea Malabaila, Pendragon. Uno di loro è senza nome, per chiamare gli altri invece viene da fare riferimento rispettivamente al più grande autore di teatro della modernità e al filosofo che più di ogni altro ha sottolineato come il mondo stesso non sia altro che volontà e rappresentazione. È l’estate di diciotto anni fa, quella che i più ricordano per i mondiali di Francia. L’esame di maturità è uno scoglio da disertare, Londra una meta da raggiungere, dove incontrare magari anche qualche bella ragazza. Una delle quali muore. E poi se ne va anche uno dei tre. Lascia un messaggio d’addio. Ma credere completamente a quella triste storia è difficile. Per non dire impossibile. E quindi dopo quindici anni i due superstiti e un altro ex compagno, sopravvissuto alla scuola, alla disillusione della perdita dell’innocenza e a una cena di classe, ossia quanto di più deprimente esista sulla faccia della terra, decidono di ripartire. Alla ricerca della verità. Di sé. Di quell’istante in cui crescere doveva essere la realizzazione di ogni promessa, e invece è risuonato cavo come il terreno di novembre al piè sonante, come lo schiocco di un bacio mai dato. Intenso.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...