Libri

“Storia della repubblica”

4d9cf98fbd212b6e0231ece8e88dc2ab_w600_h_mw_mh_cs_cx_cydi Gabriele Ottaviani

Presentatori al cui confronto Mike Bongiorno sembra Proust coordinano la sarabanda di spogliarelli, strip-poker, briscoloni, contese gastronomiche e giochini idioti, mentre improponibili vallette interrompono ogni trenta secondi per ricordare la ditta di tale o il negozio di tal altro…

La fine della guerra e della dittatura. La costituente. Il referendum. Le prime elezioni. La nascita della repubblica. Della democrazia. Il più grande partito comunista d’occidente. Di contro, la Democrazia Cristiana. Patto atlantico e di Varsavia, l’un contro l’altro armati. Psi, Psdi, Pri, Pli, Msi e tutta una galassia di sigle. Il piano Marshall. La legge truffa.  La ricostruzione. Il boom. La speculazione selvaggia. Le autostrade. La motorizzazione di massa. La 500. Il grande cinema, delle commedie mai banali, dolci e amare insieme, metafore perfette, ritratti vividissimi. L’oscar della lira. La nascita del centrosinistra. Governi monocolore, balneari e pentapartito. Riforme e diritti civili. Contestazioni. Intellettuali. Il divorzio e l’aborto. Il compromesso storico. La stagione tragica del terrorismo. Il delitto del Circeo, di cui parla Albinati nel suo ultimo stupendo romanzo e su cui in quegli anni scrisse parole che andrebbero imparate a memoria, per la loro bellezza e gravità, Lietta Tornabuoni, straordinaria giornalista che tanto ci manca. Impegno e disimpegno, incanto e disincanto. Polemiche. Persino contro Allonsanfàn, mentre giustamente Callisto Cosulich su Paese sera tesse le lodi dell’Albero degli zoccoli. E non parliamo di Scola… I cantautori e la musica leggera. Satira e tv commerciale. L’edonismo reaganiano che si fa all’amatriciana, la pubblicità sempre più invasiva. Il mercato e la mercificazione. Craxi e Berlusconi. Occhetto e Berlinguer. La P2. Tangentopoli. Il crollo di cinquant’anni di Italia. La rinascita. Se così si può dire. C’è tutto questo e molto altro. È un libro di storia, un manuale che si legge come un volume d’avventure, un saggio profondo come il mare: Storia della repubblica, Guido Crainz, Donzelli. Imperdibile.

 

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...