Cinema

“Il libro della giungla”

1442397426_2016-The-Jungle-Book-Movie-Poster-Wallpapersdi Gabriele Ottaviani

Mowgli è un cucciolo d’uomo cresciuto nella giungla in mezzo alle fiere. Ma non tutti apprezzano la sua presenza. Insomma, la storia è nota, però questa nuova versione del classico di Kipling purtroppo delude le attese da ogni punto di vista e sotto tutti gli aspetti. Colorata quanto si vuole, ma il 3D non è che sia questo enorme valore aggiunto, anzi. Non tanto divertente e molto poco disneyana, in realtà, complice qualche inaspettata caduta di stile nelle battute, non pare nemmeno granché adatta al principale pubblico a cui in teoria dovrebbe rivolgersi, ossia quello dei bambini. Scombiccherata, piatta, approssimativa, sbilanciata, indecisa su cosa essere davvero: chi ha visto il cartone animato, con i suoi delicati disegni, lo rimpiange assai. E poi il doppiaggio italiano, in particolare Violante Placido, piuttosto monocorde e abulica, e Giovanna Mezzogiorno (perfidamente ironica, verrebbe da pensare, a voler essere malevolentissimi, la scelta di far parlare per suo tramite il serpente Kaa, che sibila e soffia, visto che sono anni che anche a lei non capita di gestire proprio nella maniera migliore possibile la voce quando recita…), è scialbo come di rado si è udito. Il libro della giungla non centra neppure lo stretto indispensabile: accipicchia…

Standard

2 risposte a "“Il libro della giungla”"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...