Libri

“D’Argolo e Ginevra trasgressive le avventure”

9783939901167_0_200_314_75.jpgdi Gabriele Ottaviani

Esitato avèa però Ginevra di fronte al maritozzo, che, di densa panna pregno, sempre molto le solleticava il gargarozzo, ma, del fegato a cagione, era prevalsa, poi, su gola la ragione.

Esilarante. D’Argolo e Ginevra trasgressive le avventure, di Lodovica San Guedoro per Felix Krull, candidata quest’anno allo Strega con L’allegro manicomio, è un gioco d’artista delizioso che si legge con gaiezza e fluidità. Sono ragazzi, si amano, stanno insieme, sembrano Robert Redford e Jane Fonda in A piedi nudi nel parco: solo che, anziché a New York, girellano per una Roma che raccontata così sembra ancora animata soltanto dalle botticelle, trainate da placidi cavalli scalpiccianti, e non da un traffico bipolare di veicoli che, nel caso si debba fare un trasloco tra Monteverde, via di Donna Olimpia per la precisione, e il quartiere Trieste, come nel caso narrato, fa passar la voglia anche solo di pensarci, benché la distanza non sia poi così immensa. E poi la lingua, il ritmo, la metrica che utilizza la San Guedoro sono nei fatti una dichiarazione di poetica, di andare oltre le convenzioni che non può non conquistare l’attenzione. Da non lasciarsi sfuggire.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...