Libri

“Cattivi scienziati”

WEB-bucci-cattivi-scienziati-okdi Gabriele Ottaviani

Un ulteriore indizio che ci fa preferire un elettricista a un santone è quello che si chiama «controllo negativo»: non solo so che se arriva l’uomo in tuta blu la luce tornerà, ma anche che se al suo posto arrivasse un santone (oppure se non si presentasse nessuno) la luce non tornerebbe. Al contrario, se il gallo non canta, il sole sorge ugualmente: l’elettricista è necessario per la luce, il gallo no (preannuncia il sole ma non ne influenza il sorgere). Il potere del controllo negativo è proprio in questa domanda: cosa succede se un fattore regolarmente associato al presentarsi di un certo evento viene rimosso? L’evento si verifica ancora oppure cessa? Se voi o io osservassimo per un buon numero di volte che, dopo un periodo di buio, la luce di casa ritorna senza chiamare alcun elettricista, al presentarsi di un individuo in tuta blu che ci chiede soldi per riparare qualcosa forse saremmo esitanti – smetteremmo cioè di «credere» che egli sia necessario, proprio come facciamo per un santone che voglia invocare lo spirito delle lampadine nel nostro salotto. Da un punto di vista tecnico, abbiamo verificato una stretta correlazione tra l’arrivo dell’elettricista e la fine dei nostri problemi, e contemporaneamente una correlazione tra la sua assenza e il perdurare del buio. Basta questo a credere negli elettricisti e pagarli per il loro lavoro? Non ancora. Prima di mettere mano al portafoglio, volete essere certi che quell’uomo abbia davvero fatto qualcosa.

La scienza per antonomasia è ciò che porta allo sviluppo, al progresso, al miglioramento, è ciò che rifiuta il dogma, la verità presa per buona acriticamente e passivamente, quella che i boriosi ritengono di avere in tasca, e di esserne per giunta gli unici depositari: ma c’è anche chi piega la scienza ai suoi interessi, al suo volere, ne tradisce lo spirito. Esistono, insomma, anche cattivi scienziati. Cattivi scienziati – La frode nella ricerca scientifica, di Enrico Bucci per Add, è un libro molto bello, sin dalla meravigliosa copertina, e soprattutto importante. Perché stimola alla riflessione e al ragionamento, invita a non conformarsi, esorta a tenere gli occhi aperti: inoltre è scritto benissimo, in modo semplice e chiaro, divulgativo, ed è pieno di esempi e informazioni.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...