arte

“Toulouse – Lautrec”

30 Toulouse-Lautrec - Jardin de Paris - Jane Avrildi Gabriele Ottaviani

Circa centosettanta opere, per lo più litografie, di uno dei maggiori artisti che la storia ricordi, la cui sfortunata e breve parabola esistenziale è tutta condensata nei neri profondi e nei rossi accesi, intensi, passionali, lussuriosi, caldi e sanguigni, nei volti arcigni, nel disfacimento, come trucco dopo il pianto, e nella deformità, fisica e morale, rappresentati: è la Parigi dei bordelli e dei locali notturni di fine Ottocento la protagonista – non l’unica – delle opere di Henri de Toulouse-Lautrec, che solo all’aria aperta, quando immortala cani e cavalli, all’ippodromo, soprattutto, sembra dimenticarsi per un attimo che spesso il male di vivere ha incontrato. Stampe, copertine, frontespizi, ritratti di amici e dive: la collezione del Museo di Belle Arti di Budapest, in esposizione – l’allestimento, curato in maniera davvero mirabile, e promosso, prodotto e organizzato da Roma capitale, Arthemisia group e Zétema progetto cultura, grazie anche a numerosi partner – presso la splendida cornice dell’Ara Pacis fino all’otto maggio prossimo venturo, è magnifica e da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...