Libri

“Ricette per la felicità”

9788898689972di Gabriele Ottaviani

Ora osservate che per l’una parte il desiderio e la speranza del vero amante è più confusa, vaga, indefinita che quella di chi è animato da qualunque altra passione: ed è carattere (già da molti notato) dell’amore, il presentare all’uomo un’idea infinita (cioè più sensibilmente indefinita di quella che presentano le altre passioni, e che egli può concepir meno di qualunque altra idea ec. Per l’altra parte notate, che appunto a cagione di questo infinito, inseparabile dal vero amore, questa passione in mezzo alle sue tempeste, è la sorgente de’ maggiori piaceri che l’uomo possa provare.

Questa osservazione riporta la data del sei di maggio del milleottocentoventuno, ovvero il giorno dopo la morte di Napoleone Bonaparte. Che certo di amore, se così si può dire, se ne intendeva, aveva una variopinta esperienza… Giacomo Leopardi invece è per definizione comunemente associato al pessimismo: per alcuni versi quindi questa antologia per il piacere e per vivere meglio, come recita il sottotitolo, può sorprendere. Un piccolo zibaldone (d’altronde, quale altro termine utilizzare, in questo specifico caso?) di pensieri del grandissimo poeta recanatese, fresco, agile, profondo. Ricette per la felicità, edito da Wingsbert House, si legge in un lampo. Ma il suo contenuto resta.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...