Teatro

Argot, trent’anni e non sentirli

bellocchio-329--300x400di Gabriele Ottaviani

Nella splendida cornice di Via Natale Del Grande, nel cuore di Trastevere, a ridosso della celebre Piazza San Cosimato, ieri sera si è aperta con un gustoso aperitivo alla presenza di molti personaggi del mondo dello spettacolo, una presentazione appassionata e un bel concerto con musiche tratte da film e serie televisive come La freccia del sud, biopic targato Rai su Pietro Mennea, diretto da Ricky Tognazzi e interpretato da Lunetta Savino e soprattutto Michele Riondino, Olivetti – La forza di un sogno, che aveva per protagonista Luca Zingaretti, e Non essere cattivo, il fenomeno dell’anno, lo splendido film postumo di Claudio Caligari neocandidato italiano all’Oscar del duemilasedici, la stagione del Teatro Argot, uno storico laboratorio di idee, sogni e cultura, in collaborazione anche col magnifico teatro di Villa Torlonia, da non molto restaurato e tornato in vita, e con quello dell’Orologio. Dieci gli spettacoli di lunga tenitura, tra cui quattro novità assolute e cinque produzioni Argot, rassegne dedicate alle donne, ai giovani e a Shakespeare, nel quattrocentesimo anniversario della sua scomparsa, e molti altri eventi, con un occhio sempre vigile e puntato sull’innovazione. Se si comincia con Effimera di Stefano Benni, seguiranno Nove di Edoardo Erba, Albania casa mia, di e con il giovanissimo Aleksandros Memetaj, A Christmas carol, per la regia di Tiziano Panici, dal capolavoro assoluto di Charles Dickens, Mi lascio e Prego, di e con Giovanna Mori, Angeli, di Filippo Gili con Pier Giorgio Bellocchio e Arcangelo Iannace, Nessun luogo è lontano, con Valentina Cenni (e musiche di Stefano Bollani), Amleto – Qualis artifex pereo!, con Luca Micheletti ed Eva Riccobono, Sistema Cechov: Tre sorelle, Zio Vanja e Donna non rieducabile, con Elena Arvigo. Per ulteriori informazioni: http://www.teatroargotstudio.com/. E buon teatro a tutti!

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...